Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0803219961 | 3402464960

Dehors spazi pubblici e sicurezza dei condomini

Dehors, definizione e caratteristiche I dehors sono strutture amovibili utilizzate principalmente da attività di ristorazione, bar ed eventi, che richiedono il rilascio di un’autorizzazione preventiva per l’occupazione del suolo pubblico. Queste strutture possono essere collocate in spazi pubblici, anche in ambiti di interesse storico-culturale, ma devono essere autorizzati da parte del Comune. Mancando una definizione […]

È operativo il portale per l’iscrizione all’albo dei CTU e periti

È finalmente operativo il Portale unico nazionale dei CTU e periti all’indirizzo https://alboctuelenchi.giustizia.itche consente ai soggetti qualificati di iscriversi negli elenchi dei Consulenti Tecnici di Ufficio e dei Periti. L’albo dei Consulenti tecnici per l’ambito civile e l’albo dei Periti per l’ambito penale identificano l’insieme dei tecnici di cui il Tribunale può avvalersi, essendo abilitati […]

Condominio: no a sistemi di videosorveglianza senza delibera dell’assemblea. Amministratore multato dal Garante della privacy

Il Garante Privacy, con proprio Provvedimento n. 502/2023 (doc. web n. 9960920), ha fornito importanti conferme in ordine all’effettiva possibilità di installazione degli impianti di videosorveglianza all’interno dei condomini, fornendo chiarimenti circa le procedure da adottare per la corretta (e legittima) installazione dell’impianto. Il caso sottoposto al Garante Un condomino presentava (in data 29/01/2021) reclamo […]

Pubblicate le regole tecniche per l’iscrizione degli amministratori nell’albo dei CTU e dei Periti presso i tribunali

Il Ministero della Giustizia ha recentemente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale importanti aggiornamenti relativi all’iscrizione all’albo dei consulenti tecnici (CTU), in attuazione del decreto ministeriale già pubblicato lo scorso agosto, delineando le specifiche tecniche dettagliate per la presentazione telematica delle domande di iscrizione. Il processo di iscrizione richiede l’accesso al Portale dei Servizi Telematici del Ministero […]

La sottoscrizione digitale dei verbali di mediazione

È indubbio che l’esperienza pandemica abbia accelerato la diffusione e il conseguente utilizzo della tecnologia in tutti gli ambiti lavorativi e della comunicazione, ivi compresa la gestione condominiale e la mediazione. In quel frangente, estremamente delicato e complesso sotto molteplici profili, ci siamo – tutti – adeguati a utilizzare quotidianamente i sistemi di videoconferenza, le […]

La partecipazione personale alla mediazione tramite delegato

L’art. 8, comma 4 D.Lgs. n. 28/2010, accanto la previsione dell’obbligo di partecipazione personale alla procedura, prevede che «In presenza di giustificati motivi, [le parti] possono delegare un rappresentante a conoscenza dei fatti e munito dei poteri necessari per la composizione della controversia». Tale formulazione appare estremamente ampia e generica, ingenerando dubbi sulla forma e […]

La pluralità di parti istanti e la loro presenza nelle mediazioni condominiali

L’articolo 8, comma 4 (rubricato: “Procedimento”) del D. Lgs. n. 28 del 4 marzo 2010, rinnovato dalla “Riforma Cartabia” espressamente prevede che: «Le parti partecipano personalmente alla procedura di mediazione», con ciò sollevando numerose perplessità operative in ordine alla gestione della procedura nel caso in cui più condomini, congiuntamente, decidano di impugnare il deliberato assembleare. […]

L’amministratore di condominio “in prorogatio” non ha diritto ad alcun compenso

La Sesta sezione civile del Tribunale di Napoli, con decreto emesso nell’ambito di un’opposizione a decreto ingiuntivo avente ad oggetto il pagamento degli oneri professionali dell’amministratore di condominio che, dal 2019 al 2021, non aveva proposto all’assemblea l’argomento della propria conferma o revoca, riporta alla luce l’oscura formulazione del disposto di cui all’art. 1129, comma […]

Cosa fare se la mediazione “costa troppo”? Il Tribunale di Verona disapplica l’obbligo di mediazione perché i costi sono troppo elevati

Il fatto e la questione giuridica Nell’ambito di un procedimento avviato per il riconoscimento della responsabilità professionale di un avvocato per negligenza e imperizia dello stesso nell’espletamento del mandato professionale. L’ex cliente aveva escluso di dover ricorrere a qualsiasi condizione di procedibilità, pur avendo azionato una convenzione di negoziazione assistita (che non ha avuto riscontro […]

× Ti possiamo aiutare?