Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0804136090 | 3402464960

Il venditore restituisce le quote condominiali pagate dall’acquirente anche se relative al biennio precedente la stipula dell’atto pubblico

L’acquirente di un immobile che, a seguito della notifica di un ricorso per decreto ingiuntivo, versa al Condominio somme relative a quote antecedenti al biennio precedente la stipula dell’atto pubblico, non può essere considerato come esecutore volontario di pagamento per conto di un terzo. Nell’ipotesi ricorre, piuttosto, un indebito soggettivo che legittima chi ha pagato […]

Nullo il lodo arbitrale che non rileva la mancanza della fideiussione del costruttore sulle somme riscosse per la casa da edificare.

Gli arbitri hanno il preciso dovere di evidenziare alla parte l’esistenza di una nullità c.d. di protezione quale, come nel caso di specie, la violazione dell’art. 2 del d.lgs. n. 122/2005, che impone al costruttore l’obbligo di rilasciare e consegnare all’acquirente una fideiussione di importo corrispondente alle somme riscosse. Ove non provvedano, il rilievo compete […]

Quando l’abuso edilizio eslcude il Superbonus 110%?

Il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto rigetta la domanda cautelare finalizzata ad ottenere dal vicino l’esecuzione delle opere dirette all’eliminazione delle infiltrazioni d’acqua che hanno interessato l’appartamento di quest’ultimo (oltre che l’intero stabile condominiale), se proposta al fine di accedere al Superbonus 110%, pur sapendo di non averne, comunque, diritto. La consapevolezza di parte […]

A carico del condominio il costo del gasolio e non dei partecipanti quali utenti del servizio

Il costo del gasolio necessario per l’alimentazione della caldaia centralizzata dev’essere sostenuto dal condominio come ente di gestione collettivo, e non dai singoli partecipanti anche se questi ultimi, nel corso dell’assemblea nella quale è stato stipulato il contratto di fornitura, si sono dichiarati fruitori del servizio di riscaldamento relativo. Ciò in quanto le disposizioni in […]

Via libera al Decreto Bollette. In arrivo un pacchetto di semplificazioni per l’installazione di impianti fotovoltaici

Il Senato approva in via definitiva il decreto Bollette contenente “Misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali.” Il 30 aprile dovrebbe essere la data ultima per la conversione in legge del provvedimento che, tra l’altro, contiene l’azzeramento degli […]

Nulla la delibera che esonera il condòmino distaccato dall’impianto centralizzato dal versamento delle quote relative al consumo involontario.

Anche il condòmino distaccato dall’impianto centralizzato è tenuto a concorrere alle spese di manutenzione straordinaria dell’impianto comune ed alle spese per la sua conservazione e messa a norma, in quanto anche coloro i quali non riscaldano la propria unità beneficiano degli effetti della dispersione del calore erogato nelle unità contigue. La necessità di partecipare a […]

Il Superbonus blocca le spese di riparazione straordinaria derivanti dalle infiltrazioni d’acqua

Rigettato il ricorso d’urgenza ex art. 700 c.p.c. proposto dal proprietario per ottenere la condanna del condominio resistente all’immediata eliminazione delle infiltrazioni d’acqua all’interno della sua proprietà esclusiva, per difetto di entrambi i presupposti della tutela cautelare costituiti dal fumus boni iuris (ossia dalla probabile sussistenza del diritto) e dal periculum in mora (ossia, il […]

Cattiva esecuzione dell’opera. Ecco quando l’amministratore di condominio non può essere ritenuto responsabile

Qualora l’assemblea dei condòmini rinunci espressamente all’azione di responsabilità nei confronti dell’appaltatore per i danni da quest’ultimo cagionati nell’esecuzione delle opere, l’amministratore di condominio non può essere ritenuto responsabile, essendo esso vincolato all’esecuzione del deliberato assembleare. Questo il principio di diritto affermato dalla Suprema Corte di cassazione con l’ordinanza n. 5645 del 21 febbraio 2022, […]

Distacco del cornicione condominiale: nessun risarcimento se non si prova il nesso causale

Il Condominio, quale custode dei beni comuni ai sensi dell’art. 2051 c.c., risponde per l’evento dannoso occorso in conseguenza dell’omessa custodia sulla proprietà condominiale, a condizione che il danneggiato riesca a fornire al giudicante, non solo la prova dell’effettivo accadimento del fatto storico, ma anche adeguata dimostrazione del danno subito e dell’esistenza di un nesso eziologico […]

×

Powered by WhatsApp Chat

× Ti possiamo aiutare?