Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0803219961 | 3402464960

Bonus edilizi. L’Agenzia delle entrate detta le regole per il censimento dei crediti non utilizzabili

Bonus edilizi. L’Agenzia delle entrate detta le regole per il censimento dei crediti non utilizzabili

Il panorama delle comunicazioni fiscali si evolve con l'introduzione di un nuovo servizio web per i contribuenti che devono indicare le rate dei crediti edilizi non utilizzabili

Al via un nuovo servizio web per i contribuenti che devono indicare le rate dei crediti edilizi non utilizzabili. Con provvedimento prot. n. 2023/410221 del 23 novembre (vedi allegato), si regolamenta la modalità con cui dovrà essere comunicato su un’apposita piattaforma online disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate. Questo strumento, sarà operativo dal 1° dicembre, ed è inserito nella “Piattaforma cessione crediti”  offre un modo efficiente per gestire i crediti edilizi non utilizzabili per cause diverse dalla scadenza dei termini.

Il perimetro applicativo

L’Agenzia delle Entrate, con riferimento all’art.25 del DL 104/2023 (Decreto Asset e Investimenti), sottolinea l’obbligo del contribuente, in caso di esercizio delle opzioni per lo sconto in fattura o cessione del credito, di comunicare i crediti inutilizzabili entro 30 giorni dal momento in cui è venuto a conoscenza dell’evento che ha determinato la mancata fruizione. Questo nuovo onere, delineato nel provvedimento, mira a una maggiore trasparenza nel computo dei crediti effettivamente esigibili. Importante notare che, in caso di crediti sottoposti a sequestro, non è richiesta alcuna comunicazione, poiché l’Agenzia delle Entrate è già informata di questa situazione.

Dettagli del servizio

Il nuovo servizio web richiede la specifica indicazione delle rate dei crediti inutilizzabili. Sia per i crediti tracciabili che per quelli non tracciabili, il contribuente deve fornire i dettagli della comunicazione originaria da cui sono derivati i crediti, inclusi il numero di protocollo telematico e i codici fiscali delle parti coinvolte.

La comunicazione è valida solo se le rate dei crediti sono ancora nella disponibilità del cessionario che effettua la segnalazione. Nel caso dei crediti da bonus edilizi sottoposti a sequestro, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che non è richiesta alcuna comunicazione, poiché l’autorità giudiziaria informa tempestivamente l’amministrazione finanziaria di tale situazione, sospendendo la possibilità di utilizzo in compensazione e rimuovendo i crediti dal cassetto fiscale.

Provv. comunicazione bonus edilizi non utilizzabili PUB(1)

©Riproduzione riservata

A cura della Redazione

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti possiamo aiutare?