Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0804136090 | 3402464960

Abbonati a Condominio Caffè

Ottieni l’accesso illimitato a tutti i contenuti premium di Condominio Caffè. Puoi scegliere un abbonamento giornaliero, mensile o annuale.

Per abbonarti clicca sull’immagine o clicca questo link
-> Abbonati a Condominio Caffè

Nullo il lodo arbitrale che non rileva la mancanza della fideiussione del costruttore sulle somme riscosse per la casa da edificare.

Gli arbitri hanno il preciso dovere di evidenziare alla parte l’esistenza di una nullità c.d. di protezione quale, come nel caso di specie, la violazione dell’art. 2 del d.lgs. n. 122/2005, che impone al costruttore l’obbligo di rilasciare e consegnare all’acquirente una fideiussione di importo corrispondente alle somme riscosse. Ove non provvedano, il rilievo compete […]

Distacco di energia elettrica in condominio. Si può ricorrere in Tribunale con procedimento ordinario e non con quello di urgenza.

Fatto:  Un condominio Palermitano ricorreva in Tribunale con procedimento d’urgenza articolo 700. Esponeva che in data 28.1.2020 aveva subito il distacco della fornitura elettrica per supposte morosità ammontanti a circa euro 4.700,00 frutto di conguagli effettuati dalla Società resistente e contestati in toto dal Condominio. Chiedeva che venissero emessi i provvedimenti necessari ed idonei diretti […]

Il condòmino danneggiato si paga il proprio risarcimento

Il fatto che l’appartamento sia risultato danneggiato da parti comuni dell’edificio scarsamente manutenute non esime il proprietario che ottiene il risarcimento a carico del condominio a partecipare pro quota, non solo alle spese di riparazione di dette parti comuni, ma, addirittura, al ristoro del pregiudizio dallo stesso subito. (Corte di Cassazione ordinanza n. 39376 del […]

Condominio e Casapound: quando il regolamento condominiale non basta

La vicenda. Un condomino affitta il proprio negozio a un’associazione di promozione sociale, che da subito esegue una serie di interventi sull’immobile tra cui il tamponamento delle vetrine con pannelli antisfondamento e l’installazione di telecamere di videosorveglianza. Appreso che detta associazione gravita nell’orbita del movimento politico di CasaPound – tant’è vero che, sin dall’inaugurazione, il […]

Lavori abusivi su parti comuni senza titolo abilitativo: la delibera è nulla

La conformità urbanistica degli interventi realizzati sulle parti comuni dell’edificio condominiale è un requisito imprescindibile affinché l’assemblea possa validamente ratificare i lavori ordinati dall’amministratore e la relativa ripartizione delle spese tra i condòmini. In caso contrario, qualora le opere siano contrastanti con le norme imperative contenute nel D.P.R. n. 380/2001, il c.d. Testo Unico dell’edilizia, […]

Delibera assembleare senza l’indicazione dei voti favorevoli e contrari? Sulla validità risponde il Tribunale di Cassino

Anche in assenza di una norma che regoli tale situazione, l’indicazione dei nomi e dei millesimi è necessaria per verificare la maggioranza, individuare i soggetti legittimati ad impugnare e valutare eventuali conflitti d’interesse. Una sentenza del Tribunale di Cassino (n. 886/2021)  riprende l’argomento: “validità della delibera senza l’indicazione dei voti favorevoli e contrari”. Fatto. Il […]

L’amministratore di condominio è un professionista, non un parasubordinato. Lo afferma la Corte di Cassazione

Fatto. La sentenza di primo grado liquidava all’amministratore di condominio un ulteriore compenso per l’attività svolta, in relazione all’esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria sullo stabile. Il condominio ricorreva in appello, ritenendo che la questione fosse di competenza del giudice del lavoro e non di quello civile, in considerazione del rapporto di lavoro amministratore-condominio. Il […]

L’amministratore di condominio può richiedere un compenso per la risposta alle mail?

Un condomino impugna la deliberazione dell’assemblea con la quale viene approvato il compenso dell’amministratore. Il condomino attore lamenta che: 1) il compenso approvato è “abnorme” e comprensivo di voci di costo anomale ed illegittime, quali ad esempio “risposte e-mail € 5,00 cadauna”, “risposte pec € 25,00 cadauna” e “risposte a lettere € 50,00 cadauna”; 2) […]

Modifiche sostanziali sulle parti comuni: quando si tratta di una innovazione è necessario il consenso unanime

Le innovazioni che possono alterare l’estetica dell’edificio (ossia il decoro architettonico) o le stesse parti comuni rendendole inutilizzabili anche a un solo condomino devono essere approvate, sia in prima che in seconda convocazione, con l’unanimità dei voti e con la totalità dei millesimi.  E’ quanto ribadisce la sentenza della Corte d’Appello di Bari (n.2042/2021) in […]

Attenzione a cambiar colore agli infissi. Possono costituire una alterazione del decoro architettonico del fabbricato condominiale

Sostituire gli infissi esistenti con altri di colore diverso e, per questo, differenti da quelli che caratterizzano l’edificio nel suo complesso, può costituire alterazione del decoro architettonico anche se l’intervento viene realizzato nella parte posteriore del fabbricato, in maniera tale da non essere ben visibile dalla strada principale. Questo il principio affermato dalla Corte di […]

×

Powered by WhatsApp Chat

× Ti possiamo aiutare?