Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0804136090 | 3402464960

Come funziona il Bonus 75% per l’abbattimento delle barriere architettoniche? Un breve riepilogo

Come funziona il Bonus 75% per l’abbattimento delle barriere architettoniche? Un breve riepilogo

Una delle novità introdotte dalla manovra di bilancio 2022 è la nuova detrazione del 75% per tutti gli interventi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche su edifici pubblici e privati esistenti.

Tra le varie modifiche ai bonus, la Legge di Bilancio 2022 ha introdotto un’agevolazione mirata all’abbattimento delle barriere architettoniche, ovvero un apposito bonus edilizio pari ad una detrazione del 75% delle spese per coloro che realizzano interventi mirati all’eliminazione delle barriere architettoniche in edifici pubblici e privati già esistenti.

La novità è che si tratta della prima agevolazione dedicata esclusivamente a questa tipologia di interventi, in quanto, sino ad ora, questi interventi erano compresi nel Bonus Ristrutturazione al 50%.

Per quanto concerne il funzionamento, il bonus potrà essere utilizzato direttamente in dichiarazione di redditi, in cinque quote annuali di pari importo, oppure mediante le opzioni di sconto in fattura o cessione del credito, a meno che, tali interventi, non vengano direttamente inseriti tra gli interventi trainati previsti per il Superbonus 110%.

Per quanto riguarda i massimali di spesa, la detrazione del 75% è calcolata su una spesa che non sia superiore a:

  • 50000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e che dispongano di accessi autonomi dall’esterno;
  • 40000 euro per ogni unità immobiliare sita in edifici composti da due a otto unità immobiliari;
  • 30000 euro per ogni unità immobiliare sita in edifici composti da più di otto unità immobiliari.

La suddetta detrazione del 75% è destinata anche:

  • per la sostituzione di un impianto esistente;
  • per i costi dello smaltimento e della bonifica dei materiali e dell’impianto sostituito;
  • per gli interventi di automazione degli impianti degli edifici e delle singole unità immobiliari funzionali ad abbattere le barriere architettoniche.

Le spese per gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche effettuati su edifici già esistenti devono essere sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022.

 

Deborah Maria Foti
Ufficio Stampa ANAPI

©Riproduzione riservata

A cura della Redazione

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Una replica a “Come funziona il Bonus 75% per l’abbattimento delle barriere architettoniche? Un breve riepilogo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Powered by WhatsApp Chat

× Ti possiamo aiutare?