Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0804136090 | 3402464960

Decreto anti-frodi: online le prime FAQ dell’Agenzia delle Entrate

Decreto anti-frodi: online le prime FAQ dell’Agenzia delle Entrate

Decreto “Antifrodi” sui bonus edilizi: arrivano  le risposte ai dubbi dei contribuenti

Disponibili da oggi , sul sito dell’dell’Agenzia delle Entrate, le faq sul nuovo obbligo del visto di conformità e dell’asseverazione per esercitare l’opzione per lo sconto in fattura o la cessione del credito, obbligo esteso a tutti i bonus edilizi dal decreto anti-frodi – decreto-legge 11 novembre 2021, n. 157.

Finalmente una prima interpretazione istituzionale in riferimento su come gestire la Cessione del Credito e Sconto in fattura per interventi con Bonus Fiscali edilizi minori.

Gli attesi chiarimenti sull’applicazione del decreto antifrodi, sono finlamente arrivati, visto che nelle more si erano congelati i crediti per i lavori edilizi. Le Faq pubblicate sul sito dell’Agenzia sbloccano così le operazioni rimaste in stallo dopo il varo del decreto antifrode, in vigore dal 12 novembre scorso.

Le risposte sono consultabili al seguente link :

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/faq1

In particolare, nelle Faq appena pubblicate, le Entrate rispondono ai dubbi di cittadini, imprese e professionisti su alcuni casi concreti analizzati alla luce delle novità normative introdotte di recente dal c.d. decreto antifrodi.

L’Agenzia chiarisce, tra le risposte date, che l’obbligo di apposizione del visto di conformità e dell’asseverazione, non si applica ai contribuenti che prima del 12 novembre 2021 (data di pubblicazione in gazzetta ufficiale del Dl n. 157/2021) hanno ricevuto le fatture da parte di un fornitore, assolto i relativi pagamenti ed esercitato l’opzione per la cessione o per lo sconto in fattura, anche se la relativa comunicazione non è stata ancora inviata.

Con riferimento, invece, ai tecnici, viene chiarito che i professionisti abilitati alla verifica della congruità delle spese per gli interventi ammessi al Superbonus possono rilasciare per lo stesso tipo di intervento anche la nuova attestazione di congruità delle spese sostenute prevista dall’articolo 1 del Dl n. 157/2021.

L’Agenzia annuncia anche che le procedure telematiche per l’invio delle comunicazioni saranno aggiornate entro il prossimo 26 novembre.

©Riproduzione riservata

A cura della Redazione

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Powered by WhatsApp Chat

× Ti possiamo aiutare?