Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0804136090 | 3402464960

Espropriazione immobiliare. La transazione non blocca l’esecuzione forzata

Espropriazione immobiliare. La transazione non blocca l’esecuzione forzata

Il Tribunale di Chieti conferma il principio secondo cui in sede esecutiva, in mancanza di prova dei presupposti circa la novazione dell’accordo transattivo, rimangono in essere le pattuizioni originarie, con conseguente validità dell’esecuzione che su di esse si fonda.

La vicenda trae origine dalla sottoscrizione di un accordo transattivo diretto a definire bonariamente le controversie insorte tra le parti, nel quale le controparti della reclamante dichiaravano «con scrittura» di «rinunciare a ogni diritto, azione e/o ragione dedotta o deducibile», con «abbandono delle procedure esecutive in corso (…)». Per contro, il giudice dell’esecuzione aveva negato…

Questo contenuto è solo per gli Utenti Premium

Hai già creato un account?

Log In

Sei un nuovo utente?

Registrati Ora

Ottieni l’accesso a tutti i contenuti premium a partire da 1,99€

©Riproduzione riservata

Avv. Chiara Bevilacqua DPL Mediazione & Co.

Via Ruggero di Lauria 12/B - 20149 Milano (MI) 02/49717642 chiarabev@gmail.com http://www.dplmediazione.it

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


×

Powered by WhatsApp Chat

× Ti possiamo aiutare?