Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0803219961 | 3402464960

I 9 caratteri del rendiconto condominiale

I 9 caratteri del rendiconto condominiale

Quali caratteristiche deve presentare un rendiconto condominiale per essere definito tale?

In relazione ad un altro scritto (ndr: L’importanza del preventivo di gestione condominiale) già pubblicato su queste pagine qualche tempo fa, si vuole oggi approfondire alcune caratteristiche che il rendiconto condominiale, per essere tale, deve presentare – anche al fine di prevenire, seppure ovviamente non di scongiurare, possibili richieste di revisione della contabilità del condominio che, si rammenta, può essere richiesta dall’assemblea condominiale in qualsiasi momento o per più annualità specificamente identificate -.

I caratteri richiesti ad un rendiconto condominiale sono i seguenti:

  1. Fondatezza;
  2. Congruità;
  3. Correttezza;
  4. Veridicità;
  5. Trasparenza;
  6. Intellegibilità;
  7. Legittimità;
  8. Continuità;
  9. Completezza.

Partendo dal primo, il carattere della fondatezza (ovviamente contabile), significa che il rendiconto è stato redatto sulla scorta di adeguata documentazione (giustificativi, fatture, ricevute, etc.). Esempi di infondatezza possono essere la mancanza di rispettive, adeguate e complete pezze giustificative a fronte di uscite certificate dall’e/c condominiale o annotate nel registro della contabilità, ovvero la mancanza di riscontro nel registro della contabilità e nella cassa contanti a fronte di prelievi dal c/c, oppure ancora la mancanza di riscontro nel c/c o nella cassa contanti a fronte di versamenti di condòmini documentati da idonee ricevute o altre forme di entrate (ad es. rimborsi assicurativi), che potrebbero configurare per l’amministratore il reato di appropriazione indebita.

La caratteristica della congruità sottintende che il rendiconto è stato redatto seguendo il principio di cassa nel registro della contabilità e quello di competenza nel riepilogo finanziario allineando contabilmente i dati in maniera corretta. Ad esempio, l’adozione del solo principio di cassa potrebbe nascondere ai condòmini situazioni debitorie del condominio verso terzi, anche di significativa importanza.

Con il carattere della correttezza si assicura che il rendiconto è stato redatto utilizzando criteri di valutazione tecnicamente corretti (non si può per esempio inserire una spesa tra le entrate).

Con la veridicità si certifica che il rendiconto è veritiero e non basato su artifici contabili esperiti per garantire la quadratura dei conti. In sostanza, il richiesto “totale a pareggio” delle due sezioni che compongono il riepilogo finanziario non può e non deve derivare da scritture contabili fittizie o fasulle.

Dal latino “trans parere”, che vuol dire far apparire, lasciar vedere, lasciar conoscere, con il carattere della trasparenza si rende visibile e controllabile il proprio operato (rendiconto), tanto nel processo di formazione sostanziale (come cioè si arriva ai dati esposti nel rendiconto) quanto in quello di rappresentazione formale (tutto il processo di formazione del documento vero e proprio).

Per rispettare l’immediata verifica di cui all’art. 1130 bis c.c., il carattere dell’intelligibilità dimostra che il rendiconto deve risultare chiaro e di immediata comprensione.

Il carattere della legittimità assevera che il rendiconto è stato redatto applicando correttamente i criteri di ripartizione delle spese indicati dagli articoli del c.c. o, diversamente, da un eventuale regolamento contrattuale.

Con la continuità si garantisce che l’inserimento delle voci nel rendiconto è stato fatto nella prospettiva di continuazione della gestione. In altri termini, i dati di partenza del nuovo esercizio sono gli stessi con i quali si è chiusa la gestione del precedente esercizio (principio di allineamento contabile), riallacciando quindi la contabilità riguardante la gestione dell’esercizio preso in esame alla gestione dell’esercizio precedente, in modo da riprendere tutte le posizioni precedenti e riporle in continuità.

In ultimo, il carattere della completezza evidenzia che il rendiconto è stato redatto in ogni sua parte, senza omissioni e che sono stati considerati tutti gli elementi costitutivi o ritenuti tali. Quindi nota sintetica esplicativa, registro della contabilità e riepilogo finanziario, come indicato e richiesto dall’articolo 1130 bis del codice civile, e certamente, come anticipato in premessa, un rendiconto consuntivo che presenti tutte le caratteristiche sopra esposte, difficilmente dovrebbe indurre l’assemblea ad avere dubbi sull’operato dell’Amministratore, al punto da richiederne una revisione della contabilità.

Il rendiconto e la revisione condominiale. Statuto concettuale e metodologico. 2° Edizione

©Riproduzione riservata

Alessandro Di Francesco

Alessandro Di Francesco (Palermo, 1965) è laureato in Economia ed ha svolto, per oltre venticinque anni, la professione di Amministratore di Condominio. Profondo conoscitore della materia, soprattutto nelle sue applicazioni in ambito fiscale, ha maturato nel tempo una notevole esperienza nel settore, occupando ruoli direttivi anche in altre associazioni di categoria, e partecipando, in qualità di relatore, a diversi eventi inerenti al mondo del condominio. Autore di numerosi articoli pubblicati dalla stampa specializzata e dell’opera in tre volumi il “Manuale dell’Amministratore”, insegna da oltre venticinque anni nei corsi di formazione e aggiornamento per amministratori di condominio. Ha fornito consulenza esterna a grosse realtà aziendali che operano nel settore delle amministrazioni immobiliari sull’intero territorio nazionale, ricoprendone all’interno l’incarico di Academy Headmaster e attualmente riveste il ruolo di Vicepresidente Nazionale di BMItalia | Associazione Nazionale Amministratori Immobiliari & Building Manager di cui è stato anche Direttore del Centro Studi Nazionale

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti possiamo aiutare?