Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0804136090 | 3402464960

Il Tribunale di Bergamo blocca i condòmini morosi “furbetti”. Un modesto acconto, non li salva dal decreto ingiuntivo

Il Tribunale di Bergamo blocca i condòmini morosi “furbetti”. Un modesto acconto, non li salva dal decreto ingiuntivo

Una bella sentenza del Tribunale di Bergamo,  chiarisce in modo inequivocabile a tutti i precisi amministratori, e a tutti i condòmini “ritardatari”, che l'ente condominiale creditore nei confronti di un comproprietario non può – e non deve – avere timore alcuno di procedere in via giudiziale depositando la documentazione necessaria per ottenere un decreto ingiuntivo.

Il Tribunale di Bergamo ha ritenuto insussistente la doglianza di un condòmino moroso che aveva versato un modesto acconto nelle more della notifica di un decreto ingiuntivo, condannandolo al pagamento delle spese processuali. Una bella sentenza del Tribunale di Bergamo, la n. 1924/2020 del 31 dicembre, chiarisce in modo inequivocabile a tutti i precisi amministratori,…

Questo contenuto è solo per gli Utenti Premium

Hai già creato un account?

Log In

Sei un nuovo utente?

Registrati Ora

Ottieni l’accesso a tutti i contenuti premium a partire da 1,99€

©Riproduzione riservata

Avv. Michele Zuppardi

Viale Trentino, 79 - 74121 Taranto (TA) 099 735 3000 postazuppardi@gmail.com http://www.studiozuppardi.it

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


×

Powered by WhatsApp Chat

× Ti possiamo aiutare?