Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0803219961 | 3402464960

Installazione delle colonnine elettriche in casa: una guida completa

Installazione delle colonnine elettriche in casa: una guida completa

Scopri come installare colonnine elettriche per la ricarica dei veicoli in casa con la nostra guida completa

Con l’aumentare della popolarità dei veicoli elettrici, sempre più proprietari stanno considerando l’installazione di colonnine elettriche di ricarica direttamente a casa propria.

Questo offre un livello di comodità senza precedenti, consentendo di ricaricare il veicolo durante la notte o quando non è in uso. In questo articolo, esploreremo come funziona l’installazione di colonnine elettriche in casa e analizzeremo il consumo energetico associato. 

Colonnine elettriche di ricarica in casa: come funzionano

La mobilità elettrica è in rapida crescita in Italia e nel mondo. Sempre più persone scelgono di acquistare un’auto elettrica, grazie ai benefici ambientali e economici che questa tecnologia offre.

Una delle principali preoccupazioni di chi acquista questa tipologia di automobili è però la ricarica. Le auto elettriche hanno batterie che devono essere ricaricate regolarmente attraverso delle apposite colonnine elettriche, dispositivi che consentono di effettuare la ricarica a casa direttamente dalla rete elettrica.

Esistono diversi tipi di colonnine elettriche domestiche, ma tutte funzionano allo stesso modo. La colonnina è collegata alla rete elettrica tramite un cavo e un contatore, e l’auto viene collegata alla colonnina tramite un cavo di ricarica. Il processo di ricarica avviene in modo automatico: la colonnina rileva la potenza massima che l’auto può accettare, e la ricarica viene effettuata a quella potenza.

Se hai intenzione di acquistare un’auto elettrica, puoi affidarti ad un comparatore di tariffe per effettuare dei preventivi gratuiti di assicurazioni online.

Consumo energetico

Il consumo energetico delle colonnine elettriche varia in base al modello e alla capacità di ricarica. Le colonnine più veloci e potenti avranno un consumo energetico più elevato, ma la maggior parte delle case può gestire la carica di un veicolo elettrico senza problemi. In media, una ricarica completa di un veicolo elettrico può richiedere da 10 a 12 ore. Durante questo periodo, la colonnina consumerà una quantità significativa di energia, ma molti fornitori di servizi elettrici offrono tariffe speciali per la ricarica notturna, rendendo il processo più conveniente dal punto di vista economico.

In generale, si può stimare che il consumo energetico di una colonnina elettrica di ricarica in casa sia compreso tra 2 e 4 kWh per ogni ora di ricarica. Ad esempio, una colonnina da 7,4 kW che ricarica un’auto con batteria da 50 kWh impiegherà circa 7 ore per una ricarica completa. Il consumo energetico totale per la ricarica completa sarà quindi di circa 37 kWh.

Di conseguenza, il costo della ricarica elettrica dipenderà dal prezzo dell’energia elettrica. In Italia, il prezzo medio dell’energia elettrica per i clienti domestici è di circa 0,25 €/kWh. Nel caso dell’esempio precedente, il costo della ricarica completa dell’auto elettrica sarà quindi di circa 9,25 €.

La scelta della tariffa luce è quindi fondamentale ai fini del risparmio: maggiore è il costo del kWh, maggiore sarà la spesa che dovrai sostenere per pagare la corrente. Per i clienti del mercato tutelato (terminato già per il gas, e che a luglio 2024 cesserà anche per la luce) il prezzo energia è uguale per tutti e cambia ogni tre mesi. Il costo al kWh nel mercato libero, invece, è stabilito dai singoli fornitori di energia elettrica.


Come funziona l’installazione

L’installazione di una colonnina elettrica in casa coinvolge diversi passaggi. Innanzitutto, è necessario consultare un elettricista qualificato per valutare la capacità della rete elettrica domestica. La colonnina richiede una connessione diretta al quadro elettrico della casa e può richiedere l’installazione di un nuovo circuito dedicato.

Successivamente, è necessario scegliere la tipologia di colonnina. Sul mercato esistono diverse opzioni, con diverse capacità di ricarica. Alcune supportano la ricarica veloce, mentre altre offrono una carica standard. La scelta dipenderà dalle esigenze individuali e dal modello di veicolo elettrico posseduto.

Dopo aver selezionato la colonnina, l’elettricista procederà con l’installazione fisica e la connessione alla rete elettrica. Alcune possono richiedere un sistema di gestione intelligente per garantire una distribuzione efficiente dell’energia e per evitare sovraccarichi.

Vantaggi e svantaggi delle colonnine elettriche di ricarica in casa

Le colonnine elettriche di ricarica in casa offrono diversi vantaggi, tra cui:

  • Comodità: la ricarica dell’auto a casa è molto più comoda che recarsi in una stazione di ricarica pubblica;
  • Velocità: le colonnine domestiche possono offrire una potenza di ricarica superiore a quella delle prese domestiche tradizionali, permettendo di ricaricare l’auto più velocemente;
  • Sicurezza: le colonnine domestiche sono progettate per essere sicure, e sono dotate di sistemi di protezione contro i sovraccarichi e le cortocircuiti.

Queste hanno però anche alcuni svantaggi:

  • Costo: l’installazione di una colonnina domestica comporta un costo iniziale, che può variare a seconda della potenza della colonnina e della tipologia di installazione;
  • Consumo energetico: la ricarica dell’auto elettrica comporta un consumo energetico, che può incidere sulla bolletta elettrica.

Queste colonnine offrono dunque un modo conveniente per ricaricare i veicoli elettrici direttamente a casa. Con una corretta pianificazione e installazione, i proprietari possono godere dei vantaggi della ricarica domestica, contribuendo al contempo alla riduzione delle emissioni di gas serra e promuovendo uno stile di vita più sostenibile.

©Riproduzione riservata

A cura della Redazione

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti possiamo aiutare?