Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0803219961 | 3402464960

La fine del mercato tutelato e passaggio al mercato libero: ecco cosa devi sapere per una scelta consapevole

La fine del mercato tutelato e passaggio al mercato libero: ecco cosa devi sapere per una scelta consapevole

Scopri tutto sulla fine del Mercato Tutelato e la transizione al Mercato Libero per una scelta più informata riguardo le tue esigenze energetiche.

L’energia è al centro di una trasformazione significativa con la fine del Mercato Tutelato. Questo cambiamento non solo impatta sulle bollette energetiche, ma offre anche nuove opportunità e scelte per i consumatori. In questo articolo, esploreremo le ragioni dietro la fine del Mercato Tutelato, analizzeremo le dinamiche del Mercato Libero e forniremo consigli pratici su come navigare in questo nuovo scenario. Preparati a comprendere appieno le implicazioni di questo passaggio e a prendere decisioni informate per ottimizzare la gestione della tua fornitura energetica.

Mercato Libero: caratteristiche principali

Il Mercato Libero dell’energia e del gas rappresenta la forma concorrenziale dell’ambiente energetico italiano, basandosi sulla competizione come suo elemento centrale. Per questo, i fornitori appartenenti a questa tipologia di mercato, possono determinare autonomamente i prezzi di vendita delle materie prime, conformandosi alle dinamiche del libero mercato.

Allo stesso tempo riescono dunque a proporre sconti o promozioni ai consumatori per aumentare la loro competitività. Inoltre, i consumatori che transitano dal Mercato Tutelato al Libero, hanno la libertà di decidere con chi stipulare un contratto per la propria fornitura domestica.

Attualmente i fornitori appartenenti al Mercato Libero sono moltissimi; selezionare il più adatto alle proprie esigenze diventa quindi complicato. I comparatori di tariffe come Selectra Italia si pongono l’obiettivo di aiutare i consumatori a comprendere meglio il panorama energetico e a prendere una decisione più informata riguardo le proprie utenze di luce e gas.
Per il Mercato Tutelato, è invece l’Autorità di Regolamentazione per Energia, Reti e Ambiente (Arera) ad essere responsabile della regolamentazione e della gestione delle tariffe luce e gas. I prezzi dell’elettricità sono dunque soggetti a revisione trimestrale, mentre quelli del gas vengono stabiliti mensilmente.

Il mercato a maggior tutela però sta per chiudere definitivamente. La data di scadenza del Mercato Tutelato per il gas è fissata per il 10 gennaio 2024, mentre per la luce è stata rimandata di tre mesi, al 1° aprile 2024.

Tutto ciò è una conseguenza del Decreto Legislativo n. 79 del 16 marzo 1999, noto come decreto Bersani, con cui è stato avviato in Italia il processo di liberalizzazione del mercato energetico, conformandosi alle direttive comunitarie per creare un Mercato Unico dell’energia in Europa.

Vantaggi del passaggio al Mercato Libero

Il passaggio al Mercato Libero offre diversi vantaggi ai consumatori, tra cui:

  • Scegliere il fornitore più adatto: Nel Mercato Libero i consumatori possono scegliere tra diversi fornitori di energia facendo una comparazione delle migliori offerte luce e gas disponibili sul mercato. Questo permette ai consumatori di trovare l’offerta più adatta alle proprie esigenze e di risparmiare sui costi di energia;
  • Scegliere la tariffa più conveniente: Avendo la possibilità di scegliere tra numerosi fornitori, ogni utente può facilmente trovare quello più adatto alle proprie esigenze di consumo, ottenendo dunque un notevole risparmio annuale in bolletta;
  • Ottenere servizi aggiuntivi: Alcuni fornitori offrono servizi aggiuntivi, come la manutenzione degli elettrodomestici o la fornitura di energia verde. Questi servizi possono essere utili per i consumatori che cercano un servizio completo e personalizzato;
  • Maggiore trasparenza: Nel Mercato Libero i consumatori hanno accesso a maggiori informazioni sui prezzi dell’energia e sulle offerte dei diversi fornitori per poter fare scelte più consapevoli.

 Vantaggi economici

Il passaggio al Mercato Libero comporta inoltre anche numerosi vantaggi dal punto di vista economico:

  • Risparmio sui costi di energia: Secondo i dati di ARERA, i consumatori che hanno scelto un’offerta di Mercato Libero nel 2023 hanno risparmiato in media il 12% rispetto ai consumatori rimasti nel mercato a maggior tutela;
  • Aumento della concorrenza: L’ingresso di nuovi fornitori nel Mercato Libero ha portato a un aumento della concorrenza, che ha contribuito a ridurre i prezzi dell’energia.

Come scegliere il fornitore di energia

Scegliere il fornitore di energia giusto è cruciale per garantire una gestione efficiente delle risorse e risparmiare sui costi. Quando si affronta questa decisione, è consigliabile considerare diversi fattori.

In primo luogo, è importante valutare le offerte luce e gas messe a disposizione dai vari fornitori e confrontarle attentamente. In questo contesto, i comparatori di tariffe online come Selectra Italia rappresentano uno strumento prezioso: utilizzando queste piattaforme è possibile confrontare rapidamente e facilmente le offerte, tenendo conto di fattori come i costi dell’energia e le condizioni contrattuali.

Questo processo semplificato consente ai consumatori di individuare l’offerta più vantaggiosa in base alle proprie esigenze e abitudini di consumo. Inoltre, i comparatori online spesso forniscono informazioni dettagliate sulle recensioni dei clienti e sulle politiche di sostenibilità dei fornitori, contribuendo a una decisione informata e consapevole.

©Riproduzione riservata

A cura della Redazione

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti possiamo aiutare?