Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0803219961 | 3402464960

Mutui: rinegoziazioni a tutto sprint. Colpa dei tassi troppo elevati

Mutui: rinegoziazioni a tutto sprint. Colpa dei tassi troppo elevati

Mutui: i tassi elevati spingono le rinegoziazioni

Nel 2023 in Italia si è assistito ad un susseguirsi di mutui rinegoziati, un fenomeno in forte crescita. Ma non si tratta di una moda passeggera: la rinegoziazione dei finanziamenti si sta diffondendo sempre di più, tanto che l’Abi ha deciso di segnalare i dati appena pubblicati dalla Banca Centrale Europea.

I dati di ABI

Nel periodo gennaio-settembre del 2023, ben 17,4 miliardi di euro sono stati destinati alla rinegoziazione di mutui. Una cifra davvero impressionante, soprattutto se si pensa ai soli 5,1 miliardi di euro della stessa epoca dell‘anno precedente.

Tassi troppo elevati

E le ragioni di questo trend non sono da sottovalutare: con l’incremento dei tassi di interesse sui mutui a tasso variabile, si è reso necessario adottare delle misure per attenuare gli effetti collaterali connessi all’aumento del costo delle rate.
Ma non si tratta solo di Italia, nel contesto europeo la rinegoziazione riguarda il 24,4% delle nuove erogazioni in tutta l’area dell’euro.
L’Abi, inoltre, ha messo in campo delle politiche mirate per incentivare le famiglie ad affidarsi a questa pratica: dall’allungamento del piano di ammortamento fino all’ampliamento dei beneficiari della rinegoziazione dei contratti di mutuo. C’è solo da aspettare per vedere se questo fenomeno avrà una lunga vita.

©Riproduzione riservata

A cura della Redazione

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti possiamo aiutare?