Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0803219961 | 3402464960

Proroga Superbonus. Presentanti alcuni emendamenti nel DL Anticipi

Proroga Superbonus. Presentanti alcuni emendamenti nel DL Anticipi

L'idea è quella di prorogare il Superbonus al 30 giugno 2024 per dare più tempo ai condomini con cantieri avanzati di completare i lavori.

L’idea avanzata da alcune forze politiche è quella di prorogare il Superbonus al 30 giugno 2024 per dare più tempo ai condomini con cantieri avanzati di completare i lavori. Il Governo per ora non sembra essere troppo entusiasta dell’idea, ma l’appoggio di un partito di maggioranza potrebbe cambiarne le carte in tavola. Gli emendamenti sono stati presentati alla commissione Bilancio del Senato nell’ambito dei lavori di conversione in legge del Decreto Anticipi (DL 145/2023), collegato alla Manovra 2024. Si ricorda che un tentativo fu già fatto (e bocciato) a settembre nel decreto Asset.

Cosa dicono gli emendamenti presentati nel DL Anticipi?

Con l’approvazione degli emendamenti, i condomini che stanno già beneficiando del Superbonus potranno continuare a sfruttare le agevolazioni almeno fino al 30 giugno 2024. Ma attenzione, perché per usufruire di questa proroga dovranno dimostrare di aver completato il 60% dei lavori entro il 31 dicembre 2023.

Se avete già deliberato i lavori entro il 18 novembre 2022 e avete presentato la richiesta entro il 31 dicembre 2022, potete continuare a godere della detrazione del 110%. Invece, se avete iniziato i lavori nel 2023 o prima, ma non entro i limiti descritti sopra, potrete usufruire della detrazione del 90%.

Infine, ci sono alcune proposte che prevedono un limite di completamento del 30%, ma non sembra probabile che il Governo lo accetti.

L’iter parlamentare e i retroscena
La legge di conversione del Decreto Anticipi deve essere approvata entro il 17 dicembre 2023, passando dal Senato e poi dalla Camera.  Il fatto che anche Forza Italia presenti emendamenti è un bello sgarbo al governo,  ancor di più se c’è la maggioranza per farli approvare, sarebbe un addio bello e buono alla proroga. Ma  il Governo potrebbe usare l’arma della fiducia per bloccare tutto. Insomma, per ora siamo ancora al palo. Speriamo che l’iter parlamentare porti chiarezza al più presto!

A fare pressing sulla proroga è anche intervenuta l’ANCE che ha ribadito che sotto il profilo fiscale, ed in particolare in tema di Superbonus, il Disegno di Legge di Bilancio non affronta le 2 principali criticità legate all’agevolazione, ossia la necessità di una limitata proroga per i lavori condominiali in corso, colpiti da numerosi rallentamenti, e lo sblocco dei crediti incagliati. Il DdL interviene nuovamente sulla disciplina dei bonus fiscali in edilizia con delle misure che rivelano un’ostilità ingiustificata nei confronti dei contribuenti e delle imprese che ne hanno fruito.

©Riproduzione riservata

A cura della Redazione

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti possiamo aiutare?