Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0803219961 | 3402464960

Al via le iscrizione all’Albo CTU per gli Amministratori di condominio

Al via le iscrizione all’Albo CTU per gli Amministratori di condominio

Il Decreto già entrato in vigore lo scorso 26 agosto, consente di presentare le domande di iscrizione tra il 1 marzo e il 30 aprile e tra il 1 settembre e il 31 ottobre di ciascun anno.

 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 11 agosto 2023 è stato pubblicato il Decreto del Ministero della Giustizia n. 109 del 4 agosto 2023, che disciplina l’iscrizione all’Albo dei Consulenti Tecnici d’Ufficio (CTU) anche per i professionisti che – come gli amministratori di condominio – esercitano attività non organizzate in Albi, Ordini o Collegi.

Questo decreto rende accessibile l’iscrizione all’Albo dei CTU per tutti i professionisti interessati a svolgere attività di consulenza in ambito giuridico, offrendo nuove opportunità per un più ampio coinvolgimento di esperti qualificati nel campo.

Inoltre, il Decreto riconosce il ruolo cruciale svolto dalle Associazioni professionali, di cui alla legge n. 4 del 2013. Queste Associazioni, elencate presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), possono rilasciare attestati di qualità e qualificazione professionale per i servizi prestati dai propri membri, confermando così la loro importanza nel panorama professionale.

Tra gli aspetti salienti di questo Decreto, rientrano:

  • L’identificazione delle categorie professionali e dei relativi settori di specializzazione (vedi allegato A del provvedimento)
  • Le specifiche relative all’iscrizione e alla domanda di iscrizione all’Albo
  • Le condizioni per la sospensione e la cancellazione volontaria dall’Albo
  • I requisiti necessari per l’iscrizione e le condizioni per il suo mantenimento nel tempo
  • Le specifiche tecniche per la formazione, la gestione e l’aggiornamento informatico degli albi e dell’elenco

Per i professionisti che esercitano una professione non organizzata in Albi, Ordini o Collegi, il Decreto stabilisce che essi debbano essere iscritti nel ruolo dei periti e degli esperti presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, oppure presso una delle associazioni professionali incluse nell’elenco detenuto presso il Ministero IMIT.

Inoltre, è richiesto il rispetto degli obblighi di formazione continua, in linea con le disposizioni delle rispettive associazioni professionali di appartenenza.

Questo Decreto è entrato in vigore lo scorso 26 agosto, e le domande di iscrizione all’Albo possono essere presentate nei periodi stabiliti tra il 1 marzo e il 30 aprile e tra il 1 settembre e il 31 ottobre di ciascun anno.

L’approvazione di questo Decreto rappresenta un significativo passo in avanti nella regolamentazione dell’iscrizione all’Albo CTU, che consente di promuovere l’accessibilità e la qualità della consulenza tecnica nel contesto legale e, soprattutto, nell’ambito della gestione professionale degli immobili.

Il rendiconto e la revisione condominiale. Statuto concettuale e metodologico. 2° Edizione

©Riproduzione riservata

A cura della Redazione

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti possiamo aiutare?