Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0804136090 | 3402464960

Macchie di umidità e sostituzione dell’intonaco dell’edificio: il condòmino rimane a mani vuote

Macchie di umidità e sostituzione dell’intonaco dell’edificio: il condòmino rimane a mani vuote

Non ha diritto al rimborso il proprietario che procede alla sostituzione non autorizzata dell’intonaco dell’edificio se manca la prova del rischio crollo. L’esistenza di macchie di umidità non giustifica un intervento d’urgenza senza approvazione preventiva dell’assemblea.

Un condomino esegue un intervento di sostituzione dell’intonaco esterno dell’edificio, ritenendolo giustificato dal presupposto dell’urgenza; chiede poi al Tribunale di condannare gli altri condomini al pagamento pro quota delle opere da lui eseguite. Il Tribunale accoglie la domanda. Gli altri condomini propongono appello avverso la sentenza di primo grado; la Corte territoriale riforma la sentenza…

Questo contenuto è solo per gli Utenti Premium

Hai già creato un account?

Log In

Sei un nuovo utente?

Registrati Ora

Ottieni l’accesso a tutti i contenuti premium a partire da 1,99€

©Riproduzione riservata

Avv. Andrea Marostica

Via Trento 55, Biella 015.404000 info@studioandreamarostica.it http://www.avvocatoandreamarostica.it

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


×

Powered by WhatsApp Chat

× Ti possiamo aiutare?