Contatta la redazione: redazione@condominiocaffe.it | Redazione 0803219961 | 3402464960

Superbonus. I contributi INPS saranno compensabili con i crediti fiscali

Superbonus. I contributi INPS saranno compensabili con i crediti fiscali

Nella bozza del disegno di legge di Bilancio vengono previste regole specifiche per effettuare la compensazione tra i crediti. Ecco come funziona

Contributi Inps compensabili con i crediti fiscali (compresi quelli derivanti dal Superbonus). Questa è una delle principali novità contenute nella Legge di Bilancio 2024, ancora in fase di approvazione. Con una specifica norma si cerca di sbloccare i crediti incagliati utilizzando le procedure di compensazione dei contributi INPS con i crediti fiscali, comprendendo anche nel caso di interventi di riqualificazione energetica grazie al Superbonus.

Il comma aggiunto

Con la modifica prevista nella bozza della legge di Bilancio viene aggiunto il comma 1-bis all’articolo 17 del d.lgs 241/1997 che detta le regole per la compensazione dei crediti di qualsiasi importo maturati a titolo di contributi nei confronti dell’INPS.

Grazie alla modifica prevista, è previsto che i datori di lavoro non agricoli possano effettuare la compensazione a partire dal quindicesimo giorno successivo alla scadenza del termine mensile per la trasmissione telematica dei dati retributivi e delle informazioni necessarie per il calcolo dei contributi.

Lo stesso vale per i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali degli artigiani ed esercenti attività commerciali e per i liberi professionisti iscritti alla Gestione separata INPS, a partire dal decimo giorno successivo alla presentazione della dichiarazione dei redditi.

Resta ferma la verifica sulla correttezza sostanziale del credito compensato. Bisogna però tenere presente che le aziende committenti per i compensi assoggettati a contribuzione alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 335/1995 sono escluse dalla compensazione.

Le condizioni per la compensazione

La compensazione dei crediti per premi ed accessori INAIL può essere effettuata, a patto che siano certi, liquidi ed esigibili. Ma non basta: i suddetti crediti devono essere registrati negli archivi dell’istituto.

Per evitare indebite complicazioni, la possibilità di effettuare la compensazione tramite F24 sarà attiva soltanto online dal 1° luglio 2024, mediante servizi telematici dedicati dell’Agenzia delle Entrate. In questo modo, si scongiura qualsiasi rischio di frode o di uso di crediti fittizi.

Infine, per poterli compensare, bisogna attendere l’emissione di due specifici provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Superbonus 90%: ecco come accedere al contributo a fondo perduto

©Riproduzione riservata

A cura della Redazione

Ricevi le principali novità sul Condominio in tempo reale direttamente nella tua casella email. Iscriviti gratuitamente agli aggiornamenti di CondominioCaffe


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Ti possiamo aiutare?